PIER GIORGIO SCLIPPA – Assessore all’Istruzione e Formazione, Lavoro, Attività Produttive, Rapporti con il Consiglio Comunale

09 novembre 2015


Bookmark and Share

PIER GIORGIO SCLIPPA – Assessore all’Istruzione e Formazione, Lavoro, Attività Produttive, Rapporti con il Consiglio Comunale

ISTRUZIONE

foto da mettere in corrispondenza di commercio Con l’avvio dell’anno scolastico 2015-2016 sarà completata l’installazione delle Lavagne interattive multimediali di nuova generazione in tutte le aule delle scuole primarie e della scuola secondaria di I grado dell’Istituto comprensivo.

Questo intervento contribuisce a innalzare maggiormente la qualità della scuola dell’obbligo anche attraverso l’innovazione tecnologica e i nuovi linguaggi multimediali, sempre più importanti per l’apprendimento attivo e cooperativo. Anche le scuole dell’infanzia “Rodari” e “D’Andrea” saranno dotate di una lavagna interattiva, in modo da garantire la continuità didattica dai 3 ai 14 anni. Sono in avanzata fase di realizzazione i lavori alla palestra dell’ex scuola media Tommaseo, finanziati dallo Stato con un contributo di oltre 798 mila euro. L’appalto è stato aggiudicato con un significativo ribasso che ha fatto scendere la spesa a circa 730 mila euro. La somma risparmiata non potrà essere spesa dal Comune, ma tornerà nelle casse statali per essere assegnata ad altre scuole. I lavori prevedono l’ampliamento verso il cortile retrostante dei locali destinati a spogliatoi e servizi, mentre saranno adeguati gli accessi e abbattute le barriere architettoniche. La palestra, a disposizione dell’Istituto comprensivo, è utilizzata anche dagli studenti del Liceo “Le Filandiere” e anche l’Isis “Sarpi” ha chiesto l’utilizzo. Naturalmente continuerà a essere messa a disposizione anche delle associazioni sportive sanvitesi.
Il Comune ha dato parere favorevole all’intitolazione dell’istituto comprensivo di San Vito all’astrofisica Margherita Hack. L’iter per l’intitolazione dell’Istituto comprensivo fu avviato lo scorso anno dal Consiglio di istituto, che individuò una rosa di nove nominativi. Il Consiglio comunale dei ragazzi nella seduta del 25 novembre 2014 restrinse la rosa a cinque nomi: Nelson Mandela, Margherita Hack, Anna Frank, Claudio Abbado e Virgilio Tramontin. Tra questi nomi il consiglio di istituto ha scelto quello di Margherita Hack (Firenze, 12 giugno 1922 – Trieste, 29 giugno 2013).
Infine voglio ricordare che il Comune di San Vito dall’anno scolastico 2014-2015 ha introdotto l’esenzione dal pagamento del servizio di mensa e di trasporto scolastici per le famiglie che hanno un Isee inferiore a 15 mila euro.

COMMERCIO

Continua la collaborazione tra Comune e ASCOM per individuare e promuovere iniziative di sostegno al commercio sanvitese. Dopo il progetto “Amalteo” è stato avviato il progetto “Bellunello”, sempre con l’obiettivo di valorizzare il centro storico come centro commerciale naturale. Tra le varie iniziative la possibilità per i negozianti sanvitesi di gestire vetrine virtuali personalizzate e interattive, da organizzare secondo le loro esigenze, che i clienti potranno visualizzare su smartphone. Si attende anche di conoscere i risultati di un’indagine sull’attrattività commerciale di San Vito, sui punti di forza e sulle eventuali criticità.
Il Comune ha approvato la variante n. 66 al P.R.G.C. adeguando il piano di settore del commercio per l’allocazione delle grandi strutture di vendita. La nuova normativa sul commercio, in applicazione anche della direttiva “Bolkestein” 2006/123/CE, prevede ora una maggiore interazione con gli strumenti urbanistici comunali, con la “traduzione” nel piano di settore del volume massimo edificabile delle destinazioni d’uso commerciali al dettaglio, in superfici di vendita massime ammissibili, per ogni singola zona omogenea, mentre per i nuovi insediamenti, prevede la verifica della compatibilità e sostenibilità a livelli del territorio comunale, o di sue specifiche zone, con particolare riguardo ai fattori di traffico veicolare e di inquinamento acustico.

OSTELLO EUROPAfoto da mettere in corrispondenza di ostello

Dal 1 maggio 2015 è stata riavviata la gestione, in forma provvisoria e sperimentale, dell’Ostello Europa, struttura ricettiva sociale strategica per il sostegno a una efficace politica di promozione turistica. La gestione è stata assunta in forma diretta dal Comune, in particolare dall’Area beni ed attività culturali che, per garantire l’apertura, la chiusura, la custodia e le pulizie nonché altri aspetti operativi che si rendessero necessari, si appoggia alla cooperativa di solidarietà sociale che già ha in carico i medesimi servizi per l’Auditorium e il teatro Arrigoni. Nel frattempo è stata avviata la definizione di un capitolato prestazionale per poter avviare una procedura pubblica per individuare un contraente privato cui affidare integralmente la gestione dell’Ostello Europa.

Condividi questa pagina: